CONDIVIDI SU

  1. Home
  2. Parchi di arte e storia
  3. Sito Archeologico di Pompei

Sito Archeologico di Pompei

Info e mappa

Mappa Sito Archeologico di Pompei

Indirizzo

Via Villa dei Misteri 2
Italia, Pompei (NA)

Telefono

081/8575111

Email

info@pompeiisites.org

Sito web

www.pompeiisites.org

Social

Calendario e orari

Dicembre 2021
lun
mar
mer
gio
ven
sab
dom
1
2
3
4
5
6
7
8
9
10
11
12
13
14
15
16
17
18
19
20
21
22
23
24
25
26
27
28
29
30
31

Il sito archeologico

Iniziati nel 1748 per volere di Carlo III di Borbone, gli scavi archeologici di Pompei hanno riportato alla luce i resti dell'antica città romana che sorgeva presso la collina di Civita.

Ai resti delle Domus, degli edifici pubblici, dei Teatri, delle Terme, dei Lupanari e degli oggetti di uso quotidiano, oggi conservati nel Museo Archeologico Nazionale di Napoli, si affiancano le drammatiche testimonianze della vita che si è improvvisamente fermata una mattina di agosto del 79 d.C.

Lapilli, cenere e detriti lanciati in aria dal Vesuvio, infatti, ricoprirono e conservarono i corpi dei cittadini nel loro ultimo atteggiamento di difesa prima della morte. Pose che è stato possibile riprodurre colando del gesso nelle cavità lasciate dai corpi stessi.

La città, che risentì dell'influsso dei Greci, degli Etruschi e dei Sanniti, ebbe il suo primo impianto urbanistico nel IV secolo a.C. quando venne conquistata dai Romani che la dominarono a lungo, e fu distrutta e ricostruita diverse volte in seguito ad eventi catastrofici, come il terremoto del 62 d.C.

L'aspetto attuale di Pompei fu raggiunto nell'età imperiale, epoca a cui risalgono la Palestra Grande e gli edifici pubblici sul lato est del Foro, il centro economico, politico e amministrativo della città.

Circondata da una cinta muraria nella quale si aprivano sette porte, Pompei era attraversata dalla Via dell'Abbondanza, la strada principale che conserva ancora la sua pavimentazione originale. La strada collegava il Foro con Porta Sarno passando per le Terme Stabiane, il complesso termale più antico della città caratterizzato dall'alternarsi di ambienti riscaldati gradatamente, e l'Anfiteatro, in cui si esibivano i gladiatori.

Il Foro era circondato da Archi Onorari in marmo dedicati ad Augusto,Tiberio e Caligola e dominato dal Tempio di Giove, mentre la Basilica era riservata alla giustizia e all'economia.
Il Macellum del II secolo a.C. era il mercato della città, un cortile porticato sotto cui si aprivano le botteghe e i termopili erano i locali in cui venivano venduti bevande e cibi caldi.

La Via dei Teatri portava al quartiere delle attività culturali in cui si trovava il Teatro Grande, con l'area per l'orchestra disposta a ferro di cavallo.
Le Domus erano di diversa grandezza a seconda del ceto sociale degli abitanti, da quelle dei ricchi patrizi, più ampie e circondate da giardini e quartieri termali a quelle meno sfarzose dei commercianti.

Le grandi Ville si ergevano invece nei pressi delle mura della città, come la Villa dei Misteri, cosiddetta dalla serie di affreschi del triclinio, vicino Porta Ercolano.
Fuori le mura sono stati ritrovati anche i resti delle necropoli.

Presso l'Ufficio Informazioni di Porta Marina potrete ritirare la pianta degli scavi e ricevere tutte le informazioni sugli itinerari.
A disposizione inoltre bookshop, servizio Audioguide e punti di ristoro.

A cura della Redazione di ItaliaParchi.it
Vietata la riproduzione. Si prega di segnalare a info@italiaparchi.it eventuali variazioni, errori o inesattezze.

Gallery

Previsioni meteo

Italia, Pompei (NA)

    Rimani sempre aggiornato

    Iscriviti per ricevere news, eventi, consigli e promozioni speciali sul mondo dei parchi!

    Copyright © 2021 by GajaLab P.Iva 06559541005 - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia dei contenuti  non autorizzata