Clicca Mi piace per rimanere in contatto anche nei social

Novità 

Parco Storico di Monte Sole

Parchi di arte e storia
IL PARCO

Esteso fra i fiumi Reno e Setta su una superficie di circa 6.300 ettari, il Parco Regionale Storico di Monte Sole comprende i comuni di Marzabotto, Monzuno e Grizzana Morandi, teatri di una triste pagina della nostra storia.
Qui avvenne infatti nel 1944 l'Eccidio di Monte Sole, in cui le truppe militari nazi-fasciste causarono la morte di 955 persone fra uomini, donne e bambini durante una rappresaglia contro la Brigata partigiana Stellla Rossa.

Molte le testimonianze dell'evento sparse nel territorio con lapidi commemorative, croci e resti di chiese distrutte, come quelli della chiesa di Casaglia con la vicina campana fusa con materiale bellico.
Qui è stata istituita inoltre la Scuola di Pace di Monte Sole per promuovere fra i giovani la convivenza pacifica fra i popoli.

Il Parco ha anche la funzione della tutela dell'ambiente nel rispetto delle biodiversità, massicciamente rappresentate in un vasto campionario che comprende interessanti formazioni geomorfologiche, una flora dominata nella parte settentrionale dal Carpino Nero e in quella meridionale dalla Roverella e il Castagno, e una ricca fauna con oltre 60 specie di uccelli, cervi, cinghiali, ghiri e scoiattoli.

Il Centro Visite il Poggiolo, che ospita l’aula didattica Don Dossetti, accoglie i visitatori nel cuore del Parco Storico di Monte Sole, prossimo alla località S. Martino. Qui si trovano, oltre ai servizi, un bar, un ristorante, alcune camere, uno spazio giochi per bambini e un ampio parcheggio.
E’ il punto di partenza per le escursioni didattiche all’interno del Parco e propone 5 itinerari tematici che possono anche intersecarsi fra loro.

L'Itinerario del Memoriale è di interesse storico e tocca le località coinvolte nell'eccidio. A Casaglia si trovano i resti di S. Maria Assunta e il cimitero, a S. Martino i resti della chiesa e dell'antico borgo, mentre a Cadotto, fu ucciso il comandante della Stella Rossa "Lupo". A Monte Sole sono visibili inoltre gli anfratti rocciosi che servirono da rifugio ai partigiani e i trinceramenti costruiti dai tedeschi.

L'Itinerario di Montovolo ricalca il percorso dei pellegrini che, già dal Medioevo, passavano di qui per arrivare all'omonimo santuario. Molti gli edifici religiosi e i borghi che si incontrano lungo il cammino, come gli antichi ruderi di Caprara, il borgo di Tudiano con un edificio quattrocentesco e l'oratorio di S. Lorenzo della fine del XII secolo, raro esempio di costruzione in stile romanico dell'Appennino bolognese, e la casa torre di Poggio di Veggio della seconda metà del '500.

L'Itinerario Etrusco vi guiderà alla scoperta di questa antica civiltà che si insediò sul pianoro di Misano nella seconda metà del VI secolo a.C. I resti delle abitazioni, di cui sono visibili le fondamenta, le necropoli con tombe a cassa in travertino e l'Acropoli con gli edifici religiosi sulle alture di Misanello, si affiancano al Museo Archeologico che raccoglie i principali reperti rinvenuti a Marzabotto. Qui ha sede il Museo Nazionale Etrusco Pompeo Aria che, tra l'altro, traccia una storia dell'insediamento.
Da segnalare anche testimonianze delle civiltà villanoviana, gallica e romana.

L'Itinerario Naturalistico consente di passeggiare fra praterie e boschi con orchidee, mughetti, gigli e bucaneve, di osservare la fauna da apposite altane, con le oltre 60 specie di uccelli fra i quali l'Albanella minore, la Sterpazzola e il Picchio muratore, di incontrare cervi e daini fra Monte Sole, Monte Baco e Monte Caprara e di notare le manifestazioni geomorfologiche tipiche della zona, i calanchi.
Durante il percorso si può godere di scorci panoramici incantevoli come nel tratto da Casaglia a Caprara, con vista sulle vallate dei fiumi Reno e Setta, o sulla vetta di Monte Sole, con vista su Montovolo, Monte Cimone e Corno alle Scale.

L'Itinerario Morandiano è il percorso artistico fra borghi quattrocenteschi, come quello di Tudiano e l'antico nucleo di Castelvecchio, per ritrovare i paesaggi impressi sulla tela dal celebre pittore che qui soggiornò.
A Campiaro, presso Grizzana, si trova il Centro di Documentazione Giorgio Morandi, con biblioteca, mostra e foresteria, ospitato nei Fienili tante volte ritratti dal pittore, come nel celebre quadro "La strada bianca".

Al Parco Storico di Monte Sole è possibile effettuare gite a cavallo e in mountain bike, ed è inoltre disponibile un punto di sosta.

A cura della Redazione di ItaliaParchi.it
Si prega di segnalare a info@italiaparchi.it eventuali variazioni, errori o inesattezze.


ORARI

Gli uffici del Parco Storico di Monte Sole sono aperti dal lunedì al sabato dalle 9:00 alle 12:30, ad eccezione del martedì e del venerdì in cui sono chiusi.
Il giovedì aperto anche il pomeriggio dalle 15:00 alle 17:00.




PREZZI

E’ possibile visitare il parco sia in autonomia sia con un accompagnatore sui percorsi storici e naturalistici.
Presso il Centro Visite si possono inoltre richiedere audioguide relative al percorso S.Martino-Caprara-Casaglia, attrezzato per visitatori non vedenti o ipovedenti.

INFO DEL PARCO

CERCA HOTEL IN OFFERTA

PREVISIONI METEO

Copyright© 2012-2017 ItaliaParchi.it - P. Iva 06559541005 - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia dei contenuti, anche parziale, non autorizzata