Info e mappa

Mappa Foresta fossile di Dunarobba

Indirizzo

Voc. Pennicchia 46
Avigliano Umbro TR

Telefono

0744/940348

Email

forestafossile@kairos.tr.it

Sito web

www.forestafossile.it

Orari e biglietti

Orari

Aperto tutto l'anno con visite guidate nei seguenti giorni e orari:
dall'ultima domenica di ottobre all'ultimo sabato di marzo: dal martedì al venerdì: 10:30 / 11:50. Sabato, domenica, prefestivi e festivi: 10:30 / 11:50 / 14:15 / 15:20;

dall'ultima domenica di marzo al 30 giugno: dal martedì alla domenica, prefestivi e festivi: 10:30 / 11:50 / 14:45 / 16:45;
luglio ed agosto: dal martedì alla domenica, prefestivi e festivi: 10:30 / 11:50 / 15:15 / 17:30;
settembre: dal martedì alla domenica, prefestivi e festivi: 10:30 / 11:50 / 14:45 / 16:45;
ottobre (fino all’ultimo sabato del mese): dal martedì al venerdì 10:30 / 11:50, Sabato, domenica, prefestivi e festivi: 10:30 / 11:50 / 15:15 / 16:45.
Chiuso tutti i lunedì (esclusi prefestivi e festivi), 25 dicembre e 1 gennaio.

Biglietti

Intero: € 5

Ridotto: € 3 (bambini da 6 a 14 anni, over 70, insegnanti e gruppi superiori alle 15 persone)
Gratis i bambini fino a 5 anni, i diversamente abili e loro accompagnatori, guide turistiche ed insegnanti nell'esercizio delle loro funzioni.

Il sito paleontologico

La Foresta fossile di Dunarobba, situata nell'omonima località in provincia di Terni, risale a circa 3 milioni di anni fa e, per le sue caratteristiche, è uno dei siti paleontologici più importanti del mondo.

Rinvenuta negli anni '70 durante gli scavi effettuati nelle cave di argilla che rifornivano una fabbrica di laterizi, e visitabile con guida specializzata partendo dall'adiacente Centro di Paleontologia Vegetale realizzato negli anni '90 per finalità scientifiche, la Foresta è costituita da circa 50 enormi tronchi di conifere spezzati a 5-10 m di altezza ricoperti da sedimenti argillosi che hanno mantenuto la struttura lignea originaria e sono ancora piantati in posizione eretta nel terreno.

Questa caratteristica unica al mondo ha consentito agli scienziati di studiare il terreno originario sul quale poggiavano le piante situato a circa 30 m di profondità, e stabilire che la foresta si estendeva intorno ad uno specchio lacustre posto tra i Monti Amerini ed i Martani, detto Lago Tiberino, in un territorio dal clima caldo-umido in cui vivevano mammuth e altri grandi mammiferi.

Il Centro di Paleontologia Vegetale oltre ad elaborare proposte didattiche per le scuole, offre accoglienza ed informazioni ai visitatori, ed ospita la ricostruzione illustrata dell'antica foresta e della fauna che la popolava con una serie di reperti paleontologici di antichi mammiferi rinvenuti nelle vicinanze.
A cura della Redazione di ItaliaParchi.it
Vietata la riproduzione. Si prega di segnalare a info@italiaparchi.it eventuali variazioni, errori o inesattezze.

Previsioni meteo

Rimani sempre aggiornato

Iscriviti per ricevere news, eventi, consigli e promozioni speciali sul mondo dei parchi!

Copyright © 2019 by GajaLab P.Iva 06559541005 - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia dei contenuti  non autorizzata