Clicca Mi piace per rimanere in contatto anche nei social

Novità 
News dai parchi
NATURALISTICI

Mostra Ecce Pinocchio all'Isola del Garda

Dal 10 maggio l'Isola del Garda avrà una nuova ambientazione da favola

Redazione ItaliaParchi.it
lunedì 02 giugno 2014
1875
6:00
111010
« C'era una volta...
- Un re! - diranno subito i miei piccoli lettori.
No ragazzi, avete sbagliato. C'era una volta un pezzo di legno. »

Un'isola da Favola

L’isola del Garda e` un luogo magico, unico, nel quale non e` difficile immaginare l’ambientazione di una favola.

Un’isola da favola e` infatti un progetto ambizioso che vuole di anno in anno creare una diversa scenografia fiabesca, attraverso il dialogo del luogo di straordinaria bellezza paesaggistica e architettonica e l’arte contemporanea.

La mostra
Ecce Pinocchio

La favola proposta per l’anno 2014 (10 maggio-19 ottobre) e` la favola italiana per eccellenza: Le avventure di Pinocchio di Carlo Lorenzini, detto Collodi. É il libro piu` tradotto e venduto della letteratura italiana: ha avuto più di 190 edizioni illustrate, è stato tradotto in 260 lingue, tra cui anche dialetti, è stato passato al setaccio attraverso letture critiche ed è stato modificato da numerose riscritture e ispirazioni di ogni sorta.

Pinocchio, la marionetta-bambino, che acquisisce per errore la definizione di burattino, è uscito dalle pagine collodiane, per entrare nel nostro immaginario
attraverso le suggestioni create dagli illustratori che si sono confrontati con le parole di Carlo Lorenzini, offrendoci ogni volta un Pinocchio rigenerato. Alle figure cartacee si è sovrapposta l'immagine animata da Walt Disney, la quale è diventata tra le più popolari quanto tra le più arbitrarie, trasferendo Pinocchio dalla Toscana al Tirolo. Dall'illustrazione al cartone animato, dalle versioni teatrali (memorabile quella di Carmelo Bene) a quelle cinematografiche e musicali, testo e immagine si sono uniti, talvolta scissi per creare la visione di un nuovo Pinocchio, eterno quanto ogni volta nuovo.

Sono sorte così nel tempo, oramai più di centotrenta anni, molteplici versioni del celebre burattino. Del resto è lo stesso Collodi ad affermare di conoscere una famiglia intera di Pinocchi e noi conosciamo gli eredi.

"Lo voglio chiamar Pinocchio. Questo nome gli porterà fortuna. Ho conosciuto una famiglia intera di Pinocchi: Pinocchio il padre, Pinocchia la madre e Pinocchi i ragazzi, e tutti se la passavano bene. Il più ricco di loro chiedeva l'elemosina".

Per il nostro Pinocchio sono stati invitati sull'isola dodici artisti (scultori, video artist, lighting designer, ...) anche di fama internazionale, ad interpretare, rileggere con la loro opera la fiaba.

Le opere saranno collocate nel parco, nelle strutture architettoniche rustiche dell’isola e nella villa.

I visitatori accederanno all’esposizione attraverso una vista guidata che permettera` loro di visitare anche l’isola e la villa.

Nel corso della mostra si organizzeranno laboratori per bambini ed adulti tenuti dagli stessi artisti.
Molti degli artisti coinvolti hanno una lunga e consolidata esperienza di laboratori didattici, anche in collaborazione con musei o Enti nazionali ed internazionali. Durante i laboratori sara` possibile vivere la dimensione fantastica e surreale dell’isola con un maggior coinvolgimento, appropriandosi dello spazio e della tematica-fiaba. Gli artisti proporranno di volta in volta laboratori diversi, facendo sperimentare plurime tecniche artistiche.

Artisti:

Mirko Baricchi
Stefano Bombardieri
Calogero Canalella
Francesca Casolani
Francesco De Molfetta
Patrizia Fratus
Armida Gandini
Ettore Greco
Stefano Mazzanti
Fausto Salvi
Livio Scarpella
Paolo Schmidlin

Inaugurazione: 10 maggio 2014
(Prenotazione obbligatoria)

Inaugurazione aperta al pubblico: h. 17.00 da Salò e Portese (offerta prezzo trasporto: 7 euro)
Mail: info@isoladelgarda.com

Tel: 3474567369 (per inaugurazione)

Comunicato stampa Isola del Garda

Ti potrebbe anche interessare

Commenta

Copyright© 2012-2017 ItaliaParchi.it - P. Iva 06559541005 - Tutti i diritti riservati - Vietata la copia dei contenuti, anche parziale, non autorizzata